FANDOM


Il rischio di un'eccessiva umidità è un problema spesso presente nelle abitazioni.

La maggior parte degli agenti biologici presenti negli ambienti interni è dovuto all’eccessiva umidità e all’inadeguata ventilazione.

 L’eccesso di umidità dei materiali  da costruzione porta alla crescita di microbi, funghi e batteri, che emettono spore,  cellule e altri composti organici volatili. In più l’umidità favorisce il degrado chimico e  biologico dei materiali, provocando ulteriore inquinamento dell’aria. È stato riscontrato  un aumento del rilascio di sostanze inquinanti da parte dei materiali (ad esempio il  rilascio di formaldeide) all’aumentare dell’umidità.  Gli ossidi di azoto e le anidridi solforose, principalmente di origine esterna, vedono i loro effetti sull'organismo, già notevolmente dannosi, accresciuti da elevati livelli di umidità.

L’umidità stagnante inoltre favorisce la sopravvivenza di virus e attira roditori, scarafaggi e termiti (deleterie nel caso di edifici in legno massello ).  

L’elevata umidità nella stagione invernale provoca la sensazione di un freddo maggiore e fa spostare il termostato a temperature più elevate. Questo provoca una maggior emissività chimica delle superficie degli arredi interni, provocando la volatilità di un maggior numero di composti chimici nocivi. Infatti la volatilità dei composti chimici volatili in un ambiente abitato è direttamente proporzionale alla temperatura di esercizio dell’ambiente stesso (vedi equazione di Clapeyron ).

Per evitare alte concentrazioni di umidità i risultati migliori si ottengono:

  • utilizzando materiali e tecniche di assemblaggio che minimizzino l’aumento di  umidità, come l’utilizzo di materiali a secco (nelle tecniche ad umido accade  spesso di posare il pavimento prima della completa asciugatura del massetto:  questo porta ad un eccesso di umidità nei materiali e nell’aria indoor);
  • impiegando un’adeguata ventilazione degli ambienti e dei materiali da  costruzione.

·

Fonti:

World Health Organization, 2009, WHO guidelines for indoor air quality :dampness and mould 

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.